EQUILIBRI
Tutti siamo diversi
Avola, 10 -17 dicembre 2018

Equilibri è un progetto che attraverso l’arte e gli artisti, dalla letteratura al teatro e con un focus particolare sulla musica, vuole difendere e promuovere il diritto alla pari dignità di chi è disabile.

Equilibri è una idea di civiltà in cui i diritti di tutti vengano rispettati. L’idea e il convincimento che la diversità, di qualunque tipo, debba essere considerata un valore assoluto, da tutelare e dal quale attingere nuove idee e linfa.

Al di là delle belle parole, Equilibri promuove concretamente un progetto di società e di città che rispetti le esigenze di tutti. Ecco perché i ricavati degli eventi che organizza e promuove vengono rendicontati e utilizzati per abbattere barriere architettoniche nella città che li ospita.

Equilibri non nasce da un impeto, per quanto virtuoso, di buoni sentimenti, ma sulla pelle del suo ideatore, Giovanni Parentignoti: “Avendo un bambino disabile ho avuto modo di sperimentare in prima persona le carenze di assistenza nei loro confronti, quindi è stato un atto per me dovuto fare qualcosa di concreto. Non dobbiamo vivere la disabilità come un handicap, come una scusa per piangersi addosso: dobbiamo eliminare la commiserazione e imparare la diversità come valore”.

Equilibri è contro le barriere architettoniche, ma ancor di più contro le barriere mentali e culturali che emarginano ed escludono chiunque sia diverso dal 2014 ogni anno a dicembre,
mese della Giornata Internazionale Dei Diritti Delle Persone Con Disabilità,

Un festival che sappia parlare a tutti: popolare ma non grossolano, raffinato ma non snob, contemporaneo ma non avulso dalle radici

Un festival in cui la musica è in primo piano ma flirta con altre discipline, geni e talenti ed informazione.

Un festival in cui ci sia posto per tutti, dai bambini agli adulti,Soprattutto un festival che possa realmente incidere nel vissuto della città di Avola che lo ospita trasformandola per una settimana in contenitore di incontri e dibattiti all’interno delle sue scuole e per tre giorni, in una cittadella della cultura in cui, ogni giorno, la città che lo ospita, vive letteralmente insieme agli artisti, in un rapporto intimo e sincero anche nelle performance, nelle esibizioni ed in teatro
Concerti, incontri letterari, seminari, workshop, aperitivi musicali.
Abbattendo le barriere anche tra artista e spettatore.

Direzione artistica
Mauro Ermanno Giovanardi

Direzione scientifico – didattica
Massimiliano Verga